Impianti Idrici Palermo 2018-01-31T10:10:29+00:00

Impianti Idrici

impianti idrici palermoTN Impianti è una ditta specializzata nella realizzazione e nella manutenzione di impianti idrici. Si tratta di impianti che hanno la funzione di distribuire acqua calda e fredda a uso sanitario, dal punto di presa principale fino a ciascun punto di erogazione nell’abitazione, e di allontanare la stessa una volta usata.

Impianti idrici: come sono realizzati

Un impianto idrico comprende un sistema di adduzione o di approvvigionamento, costituito dall’insieme delle reti, dei componenti e delle apparecchiature che permettono l’adduzione e la distribuzione dell’acqua calda e fredda alle varie utenze di un edificio; e un sistema di scarico, che permette lo smaltimento delle quantità necessarie a soddisfare le esigenze dell’utenza.
In particolare, un impianto idrico di adduzione inizia nel punto di allacciamento alla rete pubblica dell’acqua potabile e termina nel punto in cui l’acqua viene utilizzata, ovvero l’apparecchio sanitario (rubinetto, vasca da bagno, bidet, ecc).
I sistemi di adduzione presenti in quasi tutte le abitazioni si allacciano direttamente alla rete pubblica dell’acquedotto.

All’interno della rete, l’acqua è tenuta alla pressione di circa 5-6bar, in modo tale da poter raggiungere i piani più alti degli edifici, mentre nelle tubazioni di distribuzione dell’acqua nei fabbricati la pressione non deve superare i 3bar per evitare rumori, colpi d’ariete e rotture delle tubazioni. A tal fine si utilizzano dei riduttori di pressione che mantengono a valle dell’impianto la pressione stabilita. Tali riduttori vengono montati a monte della rete di distribuzione interna e a valle del contatore.

Impianti idrici: aspetti normativi

Pompe idrauliche DabCome previsto dal DM 37/2008 gli impianti idrici e sanitari sottostanno all’obbligo di progetto realizzato da un professionista abilitato o da uno schema redatto dal responsabile tecnico della ditta installatrice. Questi elaborati devono essere allegate alla Dichiarazione di Conformità degli impianti.
Il DM 174/2004 indica la lista positiva dei materiali utilizzabili nel contesto di impianti di acqua sanitaria.
La norma UNI 9182 specifica, invece, i criteri tecnici e i parametri da considerare per il dimensionamento delle reti di distribuzione dell’acqua destinato al consumo umano, i criteri di dimensionamento per gli impianti di produzione, distribuzione e ricircolo dell’acqua calda, i criteri da adottare per la messa in esercizio degli impianti e gli impieghi dell’acqua non potabile e le limitazioni per il suo impiego.
Le normative UNI EN 806, invece, integrano le informazioni fornite dalla norma nazionale per quanto riguarda l’avviamento e la gestione degli impianti sanitari.
Il rapporto tecnico UNI CEN/TR 16355 costituisce un utile strumento per affrontare gli aspetti pratici installativi degli impianti sanitari, risultando quindi un valido strumento anche per gli idraulici e i manutentori.